Alaco: Oliverio, se ci sei batti un colpo

diga_alaco

 

Stamattina io e il collega M5s Paolo Parentela abbiamo incontrato per aggiornamenti sull’Alaco il prefetto di Catanzaro, Luisa Latella. Nonostante le allarmanti conclusioni di un’inchiesta della Procura di Vibo Valentia sulla salubrità dell’acqua dell’invaso, la Regione non ha adottato alcun provvedimento. Oliverio non ha mai risposto alle nostre sollecitazioni. Ci auguriamo che ora rimedi.

 

di Dalila NESCI

 

Oggi abbiamo incontrato per aggiornamenti il prefetto di Catanzaro, Luisa Latella, che pure su nostra richiesta ha da tempo avviato un tavolo tecnico, dopo le allarmanti conclusioni di un’inchiesta della Procura di Vibo Valentia sulla salubrità dell’acqua dell’invaso dell’Alaco, che potabilizzata arriva nelle case di 600 mila calabresi.

Il punto, qui, è un altro. La Regione, fino ad oggi, non ha adottato alcun provvedimento di cautela, benché sia passato oltre un anno da quando la procura ha comunicato pubblicamente elementi molto gravi. Da allora i cittadini, le associazioni e i comitati non hanno più avuto risposte ufficiali.

Stando alle carte note, il problema è a monte e riguarda l’acqua che riempie l’invaso Alaco. Il fatto che il suo custode giudiziario sia il dg del dipartimento è un vantaggio per l’amministrazione regionale, che finora è stata silente e irresponsabile.

Oliverio non ha mai risposto alle nostre sollecitazioni. Ci auguriamo che ora rimedi. Inoltre, chiediamo al prefetto di Vibo Valentia di convocare al più presto i comitati civici, per il punto sulla situazione.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>