All’Asp di Reggio Calabria mancano ancora i ricettari a distanza di un anno: ora intervenga il Governo

ricetta_medica

Oggi ho presentato un’interrogazione parlamentare sull’assurda carenza dei ricettari medici all’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria.

 

di Dalila NESCI

 

È inaccettabile che i cittadini debbano rinunciare alle cure mediche semplicemente perché l’Asp di Reggio Calabria non fornisce ricettari ai medici di base. Proprio per questo ho presentato un’interrogazione parlamentare rivolta ai ministri vigilanti di Salute, Beatrice Lorenzin, ed Economia, Pier Carlo Padoan, e al presidente del consiglio, Matteo Renzi. Sulla questione era intervenuta anche Federica Dieni a gennaio. Ma a distanza di un anno, la situazione non è cambiata di una virgola.

Negli studi medici resta la carenza di ricettari, il che vuol dire ovviamente l’impossibilità di prescrivere farmaci, analisi o visite, con l’assurda conseguenza che i cittadini meno abbienti, non potendo godere di eventuali esenzioni, rinuncino alle cure.

La situazione sanitaria nella provincia reggina è sempre più drammatica. Tra debiti colossali, nomine illegittime e terne commissariali a mezzo servizio, occorre cambiare passo e intervenire prontamente per risolvere problematiche inverosimili, come quella dei ricettari, che evidentemente non consentono ai cittadini il riconoscimento della salute come fondamentale diritto dell’individuo, come previsto dalla nostra Costituzione.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>