Asp di Crotone, procedure di mobilità illegittime. Ecco perché ho diffidato il commissario Arena

arena sergio

All’Asp di Crotone procedure di mobilità illegittime. Ecco perché ho diffidato ancora il commissario Sergio Arena, da cui ora attendiamo immediate risposte.

 

di Dalila NESCI

 

Non vorrei che l’Asp di Crotone finisse alla ribalta nazionale per le procedure di mobilità. Ecco perché, con una nota, trasmessa anche alla Procura di Crotone, ho diffidato il commissario dell’Asp di Crotone, Sergio Arena, a revocare una deliberazione dello scorso 2 maggio con cui è stato indetto un avviso di mobilità regionale e interregionale per la copertura di un posto di dirigente medico per l’organizzazione dei servizi sanitari di base.

La nota peraltro è stata inviata anche ai commissari, Massimo Scura e Andrea Urbani, per il piano di rientro dal disavanzo sanitario della Calabria e al dg del dipartimento regionale per la tutela della salute, Riccardo Fatarella.

Nella lettera ho detto chiaramente ad Arena che “occorre un regolare bando di concorso sul quale innestare la procedura di mobilità” e bisogna “individuare specificamente il posto da ricoprire, non solo la tipologia”. Ad oggi, invece, l’avviso di mobilità in questione “appare riconducibile a una recente vicenda, conclusa con deliberazione aziendale di revoca, in cui ex post si fa espresso riferimento ad altra procedura di mobilità adottata, ritenendola non conforme alla recente normativa vigente in materia”, a seguito dei puntuali richiami alla legge della stessa parlamentare, contenuti in una nota dello scorso 14 marzo.

Alla struttura commissariale per il rientro dal disavanzo sanitario regionale e al dg del dipartimento per la tutela della salute, invece, ho chiesto espressamente di “adottare i dovuti provvedimenti di competenza“.

One comment

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>