Attenzione M5S per l’ospedale di Cosenza

COSENZA 211�7<br />
IN FOTO L'SPEDALE DI COSENZA. ARENAFOTOCS

 

Inizia nel migliore dei modi il nuovo reggente dell’Asp di Cosenza, William Autieri, che ha revocato un bando per la selezioni di nuovi amministrativi. L’ospedale cosentino ha conosciuto una fase molto negativa. Ma ora, grazie anche alle denunce M5S, si deve e si può ripartire con un piglio e una coscienza decisamente diversi.

 

di Dalila NESCI

 

Plaudo al neuroradiologo William Autieri, nuovo reggente dell’Azienda ospedaliera di Cosenza, che ha iniziato il suo lavoro revocando un bando per la selezione di nuovi amministrativi, convinto di dover fissare in primo luogo le priorità della struttura, per garantire piena efficienza. Il senatore M5S Nicola Morra ha visitato con nostri attivisti l’ospedale di Cosenza, per ascoltare gli operatori sanitari e avere un quadro completo sulla situazione. Riguardo alla sanità, il Movimento Cinque Stelle sta denunciando gli abusi nell’assegnazione e nel mantenimento di responsabilità dirigenziali, da cui si deve partire per comprendere carenze e disservizi imputabili alle scelte della politica.

L’ospedale di Cosenza, nel quale mancano soprattutto medici, ha conosciuto una fase molto negativa per cui siamo intervenuti con interrogazioni parlamentari e denunce pubbliche. Penso, ad esempio, alla morte per trasfusione di sangue del signor Cesare Ruffolo e alla mancata revoca, da parte della giunta regionale, della direzione ospedaliera a Paolo Maria Gangemi, oggetto di un mio esposto.

In Calabria si deve agire secondo coscienza, nel rispetto del piano di rientro e contro eventuali assunzioni di favore da parte della politica.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>