Calabria, via i dirigenti abusivi dopo l’atto dell’Avvocatura

Alpa 2

 

È ora che i dirigenti apicali nominati abusivamente dalla giunta regionale della Calabria, sempre pronta a dispensare poltrone ad amici, compari e protetti, vadano a casa!

 

di Dalila NESCI

 

Il parere dell’Avvocatura regionale dello scorso 29 agosto parla chiaro: la giunta della Calabria non può compiere atti di straordinaria amministrazione, tra cui rientrano senz’altro le nomine dirigenziali.

Questo significa per esempio che Luca Mannarino, indicato da Jole Santelli, deve lasciare al volo la presidenza di Fincalabra, Antonio Belcastro deve mollare da subito la direzione dell’azienda ospedaliera ‘Mater Domini’ di Catanzaro e Alessandro Moretti deve dimenticare la direzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza. Tutti amici, compari e protetti strapagati con soldi dei cittadini da parte di una giunta regionale vergognosa che poi, di contro, non ha soldi per pagare bus per dializzati o altri servizi indispensabili.

Questa politica marcia ha stancato. Tutte le malefatte di Stasi, Scopelliti & co., rese possibili anche grazie al silenzio complice e compiacente dell’opposizione, stanno finalmente venendo a galla grazie alle denunce del Movimento Cinque Stelle che, pur non avendo per ora consiglieri regionali, sta facendo molto di più di chi per anni non ha fatto altro che recitare il gioco delle parti, a danno e alle spalle dei cittadini calabresi.

 

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>