Chi sono

Nata a Tropea (VV) in Calabria nel 1986, giornalista e laureata in Giurisprudenza presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Vai qui alla mia Pagina Pubblica Ufficiale su FaceBook .

Della mia terra custodisco le bellezze. Combatto, invece, contro abusi e apparati che causano dipendenza dalla politica e nuova emigrazione, quella dei più giovani.

A partire dal 2009 mi sono attivata nel MeetUp di Reggio Calabria dedicandomi: ai referendum contro il nucleare e per la gestione pubblica dell’acqua, ad attività di guerrilla-gardening in città, alla presentazione, presso il Palazzo della Provincia di Reggio Calabria, della mostra “All’ombra dell’Unità d’Italia” con l’intento di approfondire la vera storia dell’unificazione nazionale e per il superamento della questione meridionale (qui mia intervista del 2010 a Pino Aprile autore del libro “Terroni”).

Da Parlamentare della Repubblica e Portavoce del M5S eletta in Calabria dal 2013, all’età di 26 anni, mi sono occupata: di tutela del risparmio privato, lotta contro l’usura bancaria, scorrimento delle graduatorie delle Forze dell’Ordine, gestione dei rifiuti in Calabria, protezione dei cittadini che aiutano la magistratura, iniziative antimafia e autonomia dell’informazione molto spesso manipolata e soprattutto di diritto alla Salute.

Ho contribuito a difendere le associazioni sul territorio, anche minacciate dalla criminalità, e alla salvaguardia dell’ambiente insieme alle tante espressioni della società civile calabrese.

Ho denunciato centinaia di imbrogli spaventosi nella sanità, smascherando la truffa del commissariamento e del piano di rientro. Ho ispezionato personalmente quasi tutti gli ospedali calabresi, annotando ogni volta, disservizi, scandali e abusi di gruppi di potere per cui ho chiesto ed indicato soluzioni.

Ho presentato buone proposte di legge. Ne ricordo solo 4:

- una per istituire la commissione parlamentare d’inchiesta sui crimini bancari, oggi operativa;

- un’altra, chiamata “elezioni pulite”, approvata alla camera, contro il voto di scambio e i brogli elettorali;

- una per indagare sulla sicurezza dei punti nascita, visti i bambini e le madri morti di parto;

- una per recuperare le centinaia di milioni di euro che la sanità calabrese deve avere dallo stato.

Inoltre, nell’assenza di nostri consiglieri in regione, ho depositato una proposta di legge di iniziativa popolare: con attivisti volenterosi e cittadini abbiamo raccolto più di 5mila firme. Il testo – volutamente sepolto dal consiglio regionale della Calabria – mira a cancellare sprechi milionari e a favorire l’immediata disponibilità di medici, infermieri e operatori sanitari negli ospedali privi di personale: tutto in linea con la a livello nazionali.

Ho percorso in Calabria 200 mila chilometri con la mia auto, ho restituito oltre 130mila euro della mia indennità e ho scritto più di 3 mila atti; tra interrogazioni, esposti, emendamenti, diffide e note formali.

Ho organizzato centinaia di incontri pubblici ed eventi di piazza su temi importanti. Ho denunciato i favori della mala-politica ad amici e compari, ho fatto annullare nomine dirigenziali illegittime, ne ho segnalato una montagna e ho studiato tanto: carte, atti e documenti occultati, che ho divulgato tramite web.

Auspico che il Governo del Cambiamento avrà le mani libere per poter finalmente attuare la Costituzione e ridare dignità al nostro popolo vessato dall’ignoranza e dall’incapacità di questa classe dirigente nominata dai partiti che, al sud come al nord, non è capace di fare gli interessi dei cittadini italiani ma che bada solo a mantenere il potere nelle mani di pochi mentre la stragrande maggioranza soffre soprusi e povertà.

Dopo aver accettato di mettermi di nuovo a disposizione del M5s, candidandomi alle votazioni interne riservate agli iscritti al MoVimento 5 Stelle per scegliere i candidati alle Elezioni Politiche dello scorso 4 marzo 2018, ho oggi l’onore di poter rappresentare gli interessi dei cittadini anche nel corso di questa XVIII Legislatura.

Come membro della Commissione Affari Sociali e, da ottobre 2018, anche della Commissione Parlamentare d’inchiesta sul fenomeno delle mafie, il mio obiettivo è quello di portare avanti con serietà il Contratto di Governo, per alimentare una rivoluzione politica permanente, che sia democratica, gioiosa e pacifica.

Dall’inizio del mio nuovo mandato, sono stata relatrice e ho contribuito alla stesura della Legge del 7 agosto 2018, n. 99, istitutiva della Commissione Antimafia. Inoltre, sulla base del lavoro avviato già durante la prima Legislatura, nell’ottobre 2018 è stata votata a maggioranza alla Camera la mia legge “Elezioni Pulite”, attualmente in lavorazione al Senato per l’approvazione finale. Sarà questo uno strumento importante per contrastare l’alterazione del voto dentro i seggi, scoraggiare quei patti scellerati e brogli elettorali che spesso sono preludio del voto di scambio e daremo la possibilità di votare ai c.d. “fuori sede” in Italia in caso di referendum ed elezioni europee.

Sono convinta che, solo facendo proprie le parole guerriere di pace, democrazia e rappresentatività, potremo organizzare azioni coerenti davvero rivoluzionarie, che mirino, prima di tutto, a salvaguardare l’integrità della persona umana, nel quadro di una società, nazionale e di una nuova politeia europea, più solida e coesa.

 

8 commenti

  1. Ma i candidati M5S Calabria per le politiche del 24-25/02 dove sono? Non si trovano da nessuna parte le relative liste.
    Possibile che in rete sia così difficile trovarli?

    • Anche io me lo domando… ma le persone trovano così difficile CAPIRE COME USARE INTERNET, eh Luciano?

      • Fulvio, avresti fatto più figura ad indicare il link per trovare i candidati a luciano, invece ti sei limitato a fareil saputello.

  2. è vero, ho provato anch’io ma può darsi che io sia impedita….. non le trovo!!!!!

  3. Filippo Capocasale

    Ti voterò senza sapere praticamente nulla di te…
    Il Movimento è rimasta la nostra ultima speranza. Il disgusto per le altre formazioni politiche ha superato il limite: a destra c’è il contrario dell’onestà, a sinistra il contrario del coraggio.
    Ti prego di non deludermi. Onestà e coraggio: mi basta questo, e il mio voto te lo sarai meritato.
    In bocca al lupo,
    Filippo

  4. Ho votato per 5S nelle liste del AIRE. L’Italia e la Croazia sono i due paesi che sento come patrie e finalmente almeno per una vedo una svolta positiva. Ripongo la fiducia in voi che farete d’esempio anche agli altri paesi dell’Europa. Che tutto e’ possibile e la partita con i dinosauri non e’ mai chiusa. Congratulazioni!

  5. Vorrei sapere come mai il pensionato INPS fuori dalla comunità europea ha diritto all’assistenza sanitaria mentre il pensionato INPDAP no le spetta?