Decreto PA, M5S propone lo scorrimento per tutti

Emendamenti 2

Tredici sono gli emendamenti che, per lo scorrimento delle graduatorie di tutte le Forze dell’Ordine, ho presentato come primo firmatario nella conversione (A.C. 2486) del decreto-legge sulla pubblica amministrazione (n. 90/2014). Come sapete, sin dall’inizio ho sposato la causa dello scorrimento, per cui ho presentato una sfilza di interrogazioni parlamentari, due interpellanze e diversi emendamenti – purtroppo non sostenuti da altri – nell’ambito della scorsa legge di stabilità e del decreto cd. “Mille proroghe”. Da domani comincia alla Camera l’esame delle nuove proposte sull’argomento.

di Dalila NESCI

Sia chiaro:

1) vincitori e idonei dei concorsi hanno il diritto di essere assunti, sulla base dei posti mancanti;

2) le amministrazioni dello Stato non possono sprecare denaro pubblico, ma devono reclutare il personale con velocità e in economia.

Negli emendamenti presentati ho previsto lo scorrimento di TUTTE le graduatorie vigenti delle Forze dell’Ordine, ascoltando le migliaia di persone che mi hanno scritto, raccontandomi le singole situazioni e dandomi molti suggerimenti e consigli.

Spero, dunque, che i colleghi deputati delle altre forze politiche non si tirino indietro e votino, coerentemente, lo scorrimento come procedura obbligatoria per tutte le amministrazioni, prima di bandire nuovi concorsi. Bisogna eliminare le ambiguità che in passato sono state sanate dalla magistratura amministrativa o dal buon senso, per esempio, dell’Arma dei carabinieri, che in proprio ha già disposto lo scorrimento.

Voglio sottolineare che in concreto ho pensato a tutti, anche a Vigili del Fuoco e Guardia di Finanza.

Un’ultima cosa: traducendo in concreto le richieste dei Vfp4, ho proposto un emendamento per evitare che questi vincitori di concorso nella Polizia, in ferma per 4 anni nell’Esercito, possano subire discriminazioni ai fini della determinazione del mantenimento dei requisiti psicofisici e di attualizzazione. A questo riguardo, il Ministro dell’Interno, qualora fosse approvato il mio emendamento, è chiamato, entro 90 giorni dall’approvazione della legge, a stabilire per decreto precisi criteri, per la suddetta determinazione, che tengano conto del tipo di servizio già prestato dai Vfp4. Il concetto è che gli anni trascorsi da questi ragazzi nell’Esercito non possono essere motivo di penalizzazione fisica per l’assunzione in Polizia.

LEGGI ANCHE

Polizia: ragazzi, Alfano non vi vuole assumere

Scorrimento Sovrintendenti, l’ostacolo è il ministro Alfano

#ADESSO il Pd rottama i vincitori di concorso pubblico

Scorriamo le graduatorie

Ampliare posti utili negli Allievi agenti della Finanza

Forze dell’Ordine: l’ipocrisia dei partiti non ci fermerà

Forze dell’Ordine: scorrimento, continua ipocrisia dei partiti

Sovrintendenti, “la schifosa ambiguità” del Pd

Ecco come bruciano i soldi per la Polizia

 

 

 

 

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>