Esposto M5S sulle nomine del Consiglio regionale, dopo il “significativo silenzio” di Nicola Irto

esposto irto

 

 

Visto il silenzio del presidente Nicola Irto sulle nomine del consiglio regionale della Calabria, ho dovuto per forza presentare un esposto.

 

di Dalila NESCI

Ho appena trasmesso un esposto alla Procura di Reggio Calabria sulle nomine di competenza del Consiglio regionale relative agli enti sub-regionali, tra cui quelle per il Corecom, il Garante per la privacy e quello per la Salute. Alcuni candidati scoprirono nelle scorse settimane di essere stati esclusi per la mancata firma del curriculum che, però, non era richiesta. Lo scorso 23 febbraio avevo interessato con una lettera il presidente del Consiglio regionale, Nicola Irto, chiedendo, a seguito di un resoconto stampa sulle procedure, “di provvedere, a garanzia della giustizia sostanziale e della buona amministrazione, per la revoca dei bandi e l’emanazione di un bando nuovo, chiaro e fruibile”.Dal presidente del Consiglio regionale non è mai pervenuta risposta, il che è singolare. Non mi è rimasta altra strada che l’esposto alla magistratura penale, ormai divenuto una costante fissa, per causa dell’indifferenza sistematica degli organi regionali, in generale muti e fermi quando devono rispondere nell’interesse pubblico e invece molto rapidi quando si tratta di sistemare, collocare o incaricare amici di partito, finanziatori di campagne elettorali, simpatizzanti e mercanti di comprovata esperienza.

Mi auguro che la magistratura chiarisca presto, nel merito, come sono andati i fatti e se ci sono responsabilità penali. Centrodestra e centrosinistra hanno un tratto comune, che è l’assoluta mancanza di senso di responsabilità nell’esercizio del potere.

Con atti e fatti concreti, il Movimento 5 stelle sta incidendo in profondità contro questo costume, queste pratiche, questo modo di amministrare la cosa pubblica. L’opposizione in Consiglio regionale è del tutto assente, a conferma di un trasversalismo senza precedenti, spudorato e rovinoso.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>