Fermi, non pagate quel consulente da 600 euro al giorno

Dalila 4

La ‪‎sanità‬ della Calabria è nel fosso, ma si fa finta di nulla: si nominano e strapagano consulenti come nulla fosse. Stamani ho inviato una ‪‎diffida‬ al commissario dell’Asp di Reggio Calabria, Santo Gioffrè, «affinché non liquidi al consulente, dimessosi di recente, il corrispettivo di 600 euro al giorno, in quanto questi non ha portato a compimento il mandato».

di Dalila NESCI
«In ogni caso – ho aggiunto nella diffida a Gioffrè, trasmessa anche alla ‪Corte dei conti‬ – si richiede la ‪‎documentazione‬ completa del lavoro svolto dallo stesso fino alla data delle sue dimissioni. Si chiede anche con quali ‪criteri‬ e sulla base di quali risultati verrà eventualmente corrisposto un corrispettivo al medesimo soggetto attuatore. Siano, invece, pagate le spese affrontate dal dott. Pietro Evangelista nello svolgimento dell’incarico».

Noi 5 stelle avevamo denunciato questa ‪‎scandalosa‬ consulenza alla procura e alla Corte dei conti, chiedendo al governo di sospenderla. Infatti, il commissario alla sanità regionale, Massimo ‪Scura‬, aveva nominato il consulente a 600 euro al giorno senza procedura pubblica, suscitando la reazione dei ministeri vigilanti. L’aspetto inquietante è che l’Asp reggina ha trovato i soldi per il super-consulente ma non quelli per il ricovero fuori regione del giovane Domenico Larosa, gravemente disabile.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>