Fondazione Campanella: i lavoratori meritano massima chiarezza dal governo

poletti lorenzin

 

 

Il ministro del Lavoro dica subito se esistono le risorse per la cassa integrazione dei lavoratori della Fondazione Tommaso Campanella. Lo si deve ai lavoratori che continuano ad essere illusi. Ecco perché ho presentato un’interrogazione parlamentare, rivolta anche al presidente del Consiglio e ai ministri di Salute ed Economia.

di Dalila NESCI

Sulla vicenda della Campanella è necessario che ci sia la massima chiarezza perché, fino ad ora, c’è stata solo forte speculazione politica e permane, purtroppo, tanta confusione. Il tutto, ovviamente, a danno di quei lavoratori che ancora attendono risposte concrete.

Stamattina ho presentato una nuova interrogazione, rivolta anche al presidente del Consiglio e ai ministri di Salute ed Economia, nella quale chiedo chiarimenti sul piano di rilancio del polo oncologico di Catanzaro che, stando a cronache recenti, avrebbe redatto il subcommissario per il Rientro, Andrea Urbani. Un conto è la mission oncologica della Campanella, che rimane. Altro, invece, sono i reparti improvvidamente concordati nel 2005 dalla politica e dall’Università di Catanzaro, che hanno determinato i circa 180 esuberi di oggi. Dunque, il ministro della Salute spieghi su quale progetto di rilancio starebbe lavorando il subcommissario Urbani, mentre il ministro dell’Economia indichi quali siano, all’occorrenza, le risorse utilizzabili. Ricordo che i Ministeri di Salute ed Economia puntualizzarono più volte, al Tavolo Massicci, che per la Campanella non poteva essere intaccato il Fondo sanitario regionale.

Ancora una volta, dunque, chiamiamo la politica alle sue responsabilità. Perché la politica ha il dovere della verità, se intende servire la Calabria. Non sono più permesse illusioni e bugie a danno di pazienti e lavoratori della sanità.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>