Fondi Ue: M5S per scuole, pmi e trasparenza sui risultati (VIDEO)

Roma, Camera dei Deputati, 7 ottobre 2014. Sono intervenuta in aula nell’ambito dell’informativa urgente del governo sul co-finanziamento italiano dei fondi europei. Fino al 31 dicembre 2015, ci sono da spendere ancora 20 miliardi, più le quote del co-finanziamento nazionale.

Ho spiegato che i fondi europei non sono magici, ma vengono distribuiti agli Stati membri, che a loro volta hanno già versato quote (maggiori) di partecipazione. Dopo, rivolgendomi al sottosegretario di competenza, Graziano Del Rio, ho indicato possibili utilizzi delle risorse in questione, essendo in ridefinizione la quota di cofinanziamento italiano per la programmazione 2014-2020.

Forte sostegno alla scuola e alle piccole e medie imprese sono le priorità M5S, che propone trasparenza anche sui risultati ottenuti dalla spesa dei fondi Ue, tramite un apposito registro che indichi che cosa i singoli progetti abbiano prodotto in termini di occupazione e sviluppo.

Ho concluso sottolineando il fallimento italiano nella gestione dei fondi Ue: i rilievi della Commissione, il drenaggio di capitali a opera di società private e le truffe all’Ue addirittura sulla formazione, con riferimento al caso del deputato Pd Francantonio Genovese e alle recenti denunce, in Calabria, per speculazioni su corsi legalitari.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>