Grave censura di Tg1 e Tg2 sullo sciopero in Rai

censura

 

«Mentre tecnici e sindacati Rai scioperavano in nome del servizio pubblico e del diritto al lavoro, i giornalisti dell’azienda hanno girato loro le spalle attuando una gravissima censura». Lo dice la deputata M5S Dalila Nesci, che ha presentato un’interrogazione parlamentare in commissione di Vigilanza sul silenzio, a proposito dello sciopero dei dipendenti Rai, di Tg1 e Tg2 nelle edizioni serali, in cui, «invece di leggere i comunicati delle organizzazioni sindacali, come peraltro vorrebbe la legge, è stato letto soltanto il comunicato dell’UsigRai, unica sigla a non aver partecipato».

Nesci conclude: «Un comportamento professionale molto scorretto, perché omette gli elementi essenziali della notizia sullo sciopero, come se l’iniziativa non l’avesse organizzata alcun sindacato e, soprattutto, come se non avesse avuto dei motivi, che nella fattispecie sono serissimi, riguardando il futuro del servizio pubblico, che col decreto Irpef di Renzi potrebbe finire a privati».

 

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>