Il governo risponda sul caos totale all’ospedale di Cosenza

vlcsnap-2011-06-28-14h50m36s210-349543

 

Non è più accettabile la confusione totale in cui sono costretti a lavorare i medici e gli infermieri dell’ospedale di Cosenza. Occorrono risposte dal governo. Subito.

 

di Dalila NESCI

 

La situazione è talmente drammatica da essere surreale. Due medici della struttura ospedaliera di Cosenza sono stati di recente colpiti da infarto e uno da ictus, forse per troppo stress. Ecco perché oggi, in una nuova interrogazione parlamentare al presidente del Consiglio e ai ministri della Salute e dell’Economia, ho denunciato il carico di lavoro nell’ospedale di Cosenza chiedendo risposte immediate “per garantire adeguate condizioni lavorative ai medici e sanitari dell’ospedale di Cosenza e degli altri ospedali della Calabria”.

Sono mesi e mesi che gli operatori sanitari calabresi lamentano il sovraffollamento nei reparti e restano inascoltati. A pagarne le conseguenze, inevitabili, sono i cittadini e lo stesso personale ospedaliero, costretto a fare i salti mortali.

Il governo nazionale non può continuare a tagliare risorse e a ignorare il dramma in corso, essendone il principale responsabile.

Renzi nomini subito il commissario per il rientro dal debito sanitario, come dallo scorso dicembre chiede il Movimento cinque stelle con insistenza e preoccupazione crescenti. Poi si lavori con urgenza alla riorganizzazione dei servizi sanitari sul territorio.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>