Il Movimento 5 Stelle incontra il dg dell’Asp di Cosenza, Raffaele Mauro. Ecco le nostre richieste e gli impegni assunti dall’Asp sul territorio

cosenza

La sanità nei territori va difesa fino all’ultimo. Noi lo sappiamo e saremo instancabili. Ieri ho incontrato il direttore generale dell’Asp di Cosenza per discutere della gestione e del futuro dei servizi sanitari nel territorio. Con me c’erano Paolo Belsito, del Meet Up di Acri (Cs), e i consiglieri comunali M5s Domenico Miceli, di Rende (Cs), e Francesco Sapia, di Corigliano (Cs).

 

di Dalila NESCI

 

Al dg Raffaele Mauro abbiamo sottolineato l’importanza della prenotazione per telefono di esami con mezzi di contrasto o invasivi, rispetto alla quale il Cup provinciale obietta l’impossibilità di ricevere le dovute certificazioni via mail.

Semplificare al massimo è possibile e doveroso. In questo senso, il direttore generale Mauro ha assunto l’impegno di attuare il nostro suggerimento, per evitare che pazienti e utenti siano sballottati per la consegna del consenso informato, che ancora oggi avviene a mano, nonostante i mezzi digitali. Abbiamo poi appreso che ha avuto successo la nostra battaglia per mantenere sul territorio le apparecchiature di risonanza magnetica a suo tempo acquistate dall’Asp di Cosenza. Il commissario Scura, ricordiamo, aveva provato a dirottarne alcune verso altre aziende sanitarie.

Inoltre, abbiamo chiesto il mantenimento del laboratorio di analisi del Poliambulatorio di Quattromiglia di Rende, che potrebbe essere penalizzato dall’orientamento dei commissari Scura e Urbani, e la risoluzione delle criticità del Centro diurno nella zona industriale rendese, al fine di salvaguardarne la preziosa funzione sociale.

Abbiamo anche espresso la necessità di aumentare il personale medico nella Sibaritide, di assicurare i servizi di base nell’ospedale di Acri e di conoscere la proposta di legge 5 stelle sul riordino istituzionale del sistema sanitario. Si tratta di un primo incontro cui ne seguiranno altri, nell’interesse dei cittadini.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>