Incontro con il prefetto di Cosenza sulla gestione del comune di Amantea e sui conflitti del sindaco

Nesci e Menichino

 

Nella gestione amministrative del comune di Amantea c’è più di qualcosa che non va. A cominciare dal palese conflitto d’interesse del sindaco Monica Sabatino alle violazioni della giunta rese possibili dal comportamento del segretario comunale. Ecco perché oggi io e la consigliera M5s del comune cosentino Francesca Menichino siamo andate dal prefetto Gianfranco Tomao, chiedendo un suo intervento e preannunciandogli che verrà, a breve, presentato un esposto per eventuali responsabilità nell’adozione di atti municipali.

 

di Dalila NESCI

 

La presenza nella ragioneria comunale di Amantea, del padre dell’attuale sindaco di Amantea Monica Sabatino è ingiustificabile. E limita fortemente il normale funzionamento della macchina democratica.

Ecco quello che, oggi, io e la consigliera comunale M5s di Amantea (Cosenza) Francesca Menichino abbiamo riferito e illustrato al prefetto Gianfranco Tomao. Abbiamo denunciato il fatto che il padre del sindaco di Amantea, già in pensione, non sta affiancando nessuno nella ragioneria, come invece vorrebbe la normativa. Questa, infatti, stabilisce che i funzionari collocati in pensione possono svolgere un incarico gratuito di tutoraggio. Peccato, però, che come detto Sabatino padre non stia affiancando proprio nessuno.

Non è consentito né accettabile che Sabatino padre si comporti come se fosse ancora un funzionario municipale in attività, partecipando di fatto ad attività amministrative.

Con il prefetto di Cosenza, però, abbiamo parlato anche di altro. Altro capitolo affrontato, ad esempio, è stato il comportamento del segretario comunale di Amantea, Maria Luisa Mercuri, per verificare il quale ho annunciato iniziative alla Camera.

Non solo: presenterò infatti anche un esposto alla procura, per accertare eventuali responsabilità nell’adozione di atti municipali.

Ci auguriamo che sia anzitutto la Prefettura di Cosenza a segnalare alla magistratura la situazione che oggi abbiamo illustrato al prefetto Tomao, perché vi sia un pieno controllo di legalità. Il contesto di Amantea merita attenzione, anche perché lì sono in corso delicati accertamenti della Dda di Catanzaro, legati alla stabilizzazione di vigili urbani precari.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>