L’allarme ‘ndrangheta è scomparso dalla campagna elettorale

dalila

È scomparso ogni riferimento all’influenza della ‘ndrangheta, in questa campagna elettorale per il rinnovo degli organi elettivi della Calabria. È scomparso come se le ‘ndrine non fossero elettoralmente organizzate e come se il voto fosse del tutto libero nella nostra regione.

 

di Dalila NESCI

 

Il silenzio ci preoccupa molto. E stavolta è ancora più allarmante.  Nessuno, nè Oliverio, nè D’Ascola, nè Ferro, parla di ‘ndrangheta. Ricordo ai tre che nel precedente consiglio regionale ci furono tre arresti per ‘ndrangheta e che in provincia di Cosenza vi sono ad oggi pezzi grossi della politica sotto inchiesta per aver favorito delle cosche e altri per comprato montagne di voti da mafiosi. Nonostante i rapporti fra ‘ndrangheta e politica siano storicizzati in Calabria, l’attenzione sul tema è nulla, a due settimane dal voto regionale.

Per noi Cinque Stelle questo fatto è inquietante. Così la ‘ndrangheta prolifera. Soprattutto, la sua cancellazione dai discorsi elettorali è un segnale del pericolo di inquinamento delle nuove istituzioni, che con il nostro candidato Cono Cantelmi avvertiamo e denunciamo con forza.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>