Mia diffida alla Regione Calabria: no premio a dirigenti strapagati fuori legge

Regione 3

La Regione Calabria non si azzardi a pagare l’indennità di risultato ai vari dirigenti che secondo la Ragioneria dello Stato hanno percepito fuori legge centinaia di migliaia di euro. Ecco perchè ho  inviato una diffida al dipartimento regionale del personale. E ho avvisato anche il ministero dell’Economia e la Corte dei conti regionale.

di Dalila NESCI

Oggi ho inviato una diffida al dipartimento regionale del personale, chiedendo ai dirigenti Umberto Nucara e Giuseppe Longo di non corrispondere l’indennità di risultato per il 2012, prevista a novembre. Non solo: in copia ho trasmesso il testo della diffida al ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, alla presidente della Regione Antonella Stasi e al procuratore della sezione regionale della Corte dei conti, Cristina Astraldi.

Ci sono dirigenti che devono restituire una montagna di soldi, stando all’ormai famosa relazione Mosella. La Regione Calabria avrebbe già dovuto fermare i pagamenti contestati dalla Ragioneria dello Stato, che fino al febbraio scorso ammontano a 15 milioni di euro, oggi parecchio aumentati. Alcuni si giustificano affermando che sono in corso procedure di legge. Nel frattempo, però, nel totale menefreghismo continuano a pioggia i pagamenti ritenuti illegittimi, che inspiegabilmente sono stati bloccati, sulla base della relazione Mosella, soltanto per pochissimi dirigenti.

Nel silenzio dei partiti politici, prossimi all’inciucio per governare appassionatamente insieme, è insopportabile che la Regione non dia soldi a chi deve averli, come i trentamila precari abbandonati, mentre continua a pagare come calciatori di serie A quanti, secondo lo Stato, non hanno il minimo diritto.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>