Legge elettorale: vittoria M5S. Ora tocca ai cittadini

elezioni calabria

 

Ieri il consiglio regionale alla fine ha dovuto cedere, soprattutto grazie al lavoro del M5S, e ha modificato una legge elettorale che sarebbe stata indecente e incostituzionale.

Questo il commento dei parlamentari M5S Dalila Nesci, Nicola Morra e Paolo Parentela.  Sarebbe stato l’ennesimo scacco alla democrazia, alla ragionevolezza, l’ennesimo atto indegno, nei confronti dei calabresi, di una giunta ormai scaduta. Ecco perché prima di ritornare alle urne era necessario modificare una legge vergognosa, impugnata dallo stesso governo davanti alla Corte Costituzionale, in seguito alle pressioni esercitate dal M5S in parlamento. Alla fine abbiamo ottenuto un importante risultato: niente più soglia al 15%, ma all’8% per le coalizioni e al 4% per le singole liste.

Ma sia chiaro: questa non è semplicemente la vittoria del Movimento, ma della ragionevolezza, dei cittadini tutti che non meritano una classe dirigente vecchia che intende la legge come fosse carta igienica, che confondono interessi personali con quelli pubblici.

Si tratta, in altre parole, di un risultato per il bene della democrazia. Le nostre battaglie hanno messo giunta e consiglio regionale con le spalle al muro. Ora sta ai cittadini sconfessare una classe dirigente rivelatasi indegna e incapace. Bisogna difendere il bene comune, aggredito dal familismo e dall’affarismo della politica, che ha fatto sprofondare la Calabria e i suoi comuni.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>