Lettera M5S ai sindaci dei comuni del Parco della Sila: chiediamo tutti chiarimenti sulla nomina di Laudati

a

 

Sul Parco Nazionale della Sila bisogna far chiarezza. Per questo vogliamo intervenire per far ‎luce sui requisiti di Michele ‪‎Laudati in merito all’incarico di direttore del Parco nazionale della Sila, che dura da 9 anni benché, stando al Corriere della Sera, sia stato dichiarato ‪‎inabile totale al lavoro. È il messaggio che, attraverso una ‪‎lettera inviata tramite pec, con Nicola Morra , Paolo Parentela e Federica Dieni abbiamo lanciato ai 21 ‪sindaci dei comuni del Parco nazionale della Sila.

 

di Dalila NESCI

 

Dato il perdurante silenzio di Sonia Ferrari, commissario appena confermato dal ministro dell’Ambiente, è giusto che anche i sindaci interessati si attivino per ottenere un ‪chiarimento doveroso e dirimente. Ancora non sappiamo se Laudati sia o meno inabile per il ruolo di direttore del Parco nazionale della Sila, che finora gli ha fruttato almeno ‪900mila euro, a partire dal 2006.

Se la posizione di Laudati è regolare, come ci auguriamo, non c’è motivo per cui il commissario ‪‎Ferrari debba tacere ancora, legittimando sospetti. Se, invece, è vero quanto riportato dal Corriere della Sera, Laudati deve restituire quasi un milione di euro ai cittadini, i cui rappresentanti sono proprio i sindaci.

Quando verso un’amministrazione pubblica sorge un dubbio fondato, è indispensabile scioglierlo subito. Con il coinvolgimento dei sindaci, speriamo che ci siano risposte immediate e che anche i ‪media collaborino a questa iniziativa di legalità e trasparenza per la Calabria, che non vuole divisioni.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>