Luci sul caso dei giornalisti della Provincia di Cosenza

Schermata 2015-08-05 alle 11.31.36

È inquietante il trattamento subito di recente dai giornalisti del quotidiano La Provincia di Cosenza, così come il silenzio generale sulla vicenda e sul loro mancato inquadramento, che conferma quanto in Calabria sia calpestata impunemente la dignità di chi fa informazione.

di Dalila NESCI

Lo dico a proposito del grottesco rifiuto all’ingresso in redazione (in foto la scena delle testimonianze rese alla polizia dai giornalisti interessati, nda), subito lo scorso primo agosto dai redattori del quotidiano La Provincia di Cosenza, che al Sindacato dei giornalisti hanno riferito di non aver mai avuto un contratto, nonostante impiegati da mesi. In proposito ho presentato un’interrogazione rivolta al presidente del Consiglio, al ministro dell’Interno, al ministro della Giustizia e al ministro del Lavoro, al fine di acquisire ulteriori elementi sull’editoria nella città di Cosenza e garantire i diritti per il lavoro dei giornalisti del quotidiano in questione. Troppo spesso in Calabria c’è una gara a infilarsi in avventure editoriali per scopi personali. Il copione è sempre identico, nel senso che i giornalisti vengono sfruttati e l’informazione è piegata agli obiettivi del potere. Il connubio tra politica e imprenditoria votate all’opportunismo va interrotto con il coraggio della reazione civile e con risposte istituzionali concrete.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>