M5S: atto-dossier impietoso sui rifiuti in Calabria

monnezza

Ho depositato alla Camera una lunga interrogazione sui rifiuti in Calabria, concepita con Federica Dieni e Paolo Parentela, colleghi parlamentari Cinque Stelle della mia regione. In tutto sono sessantuno i deputati grillini che stavolta hanno firmato, a sostegno della Calabria, pur eletti altrove, come su altre urgenze: legalità, lavoro e tutela rispetto ai crimini bancari.

Il tema dei rifiuti è bollente in Calabria, una bomba, con il pericolo di controllo mafioso dei relativi servizi.

Nell’atto di sindacato ispettivo, si chiede dove siano finiti i soldi dell’emergenza rifiuti, nel complesso oltre un miliardo di euro, con cui è stato risolto nulla, a partire dalla raccolta differenziata, indispensabile e agli atti obbligatoria.

L’interrogazione si caratterizza per la sua estrema precisione: è un dossier impietoso sull’inganno nei confronti dei cittadini. I sedici anni di emergenza rifiuti hanno prodotto dodici commissari, un miliardo e quattrocento milioni di euro e dubbi, esborsi non contestati, inquinamento spaventoso e l’idea diffusa di una pubblica amministrazione ingorda.

Federica, Paolo  e io denunciamo  il trasferimento di risorse umane dall’ufficio del commissario al dipartimento Ambiente della Regione Calabria, con ulteriore aggravio di costi e il paradosso di un organico che include chi partecipò al fallimento dell’emergenza.

Abbiamo chiesto anche quali azioni, al fine di concorrere a un’adeguata informazione sulla raccolta differenziata e sul riciclo, possano attuare i ministri interrogati. Denuncia e proposta, dunque, con il coinvolgimento di tanti colleghi, visto che la Calabria deve uscire dall’isolamento.


 








										
					
									

2 commenti

  1. Domenico mazza

    Finalmente qualcuno che si occupa della calabria, una terra che possiede un quinto delle spiagge italiane e 3 catene montuose tra le più alte e belle d’italia. ma basta fare pochi km di ss106 per vedere le tonnellate di immondizia per la strada, molto spesso bruciano rilasciando diossina. forza cittadina Nesci io ammiro il vostro impegno e lavoro in parlamento, avannti così!!

  2. Ancora non tornano i conti. Ci sono cose che sfuggono all’umana comprensione. Come, per esempio, la chiusura contestuale e contemporanea delle discariche che ha provocato l’emergenza e l’affidamento diretto della conseguente raccolta dei rifiuti “tal quali” … e poi quanto incide il controllo della criminalità nelle scelte amministrative degli enti locali

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>