Malasanità a Vibo: Lorenzin e Padoan intervengano sulla morte di Santina Cortese

lorenzin padoan

 

Sulla morte a Vibo Valentia della signora Santina Cortese, per cui c’è un’inchiesta aperta dai vertici dell’azienda sanitaria, ho presentato stamattina un’interrogazione rivolta al presidente del Consiglio e ai ministri della Salute e dell’Economia.

di Dalila NESCI

Bisogna fare chiarezza sulla morte di Santina Cortese. Il decesso, infatti, potrebbe essere stato determinato pure da negligenza dei sanitari di volta in volta interessati. Soprattutto, nell’atto ho posto l’attenzione sul comportamento del medico di famiglia, che, chiamato il 7 gennaio, non avrebbe mai visitato la signora Cortese, non avendo trovato parcheggio sotto casa. Se vero, l’episodio potrebbe costituire grave violazione del Codice di deontologia medica, specie dell’articolo 8, che impone al medico di prestare soccorso o cure d’urgenza e di tempestivamente attivarsi per assicurare assistenza.

Ecco perché, nell’interrogazione parlamentare, ho chiesto se il ministro della Salute Beatrice Lorenzin non ritenga di dover investire immediatamente, in relazione al caso di specie, l’Ordine dei medici di appartenenza e se i ministri destinatari non ritengano, nell’ambito delle proprie competenze, di verificare lo stato effettivo dei livelli essenziali di assistenza nel territorio di Vibo Valentia, anche alla luce della mancanza del commissario per l’attuazione del piano di rientro dal debito sanitario della regione Calabria.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>