Ministro Lorenzin cacci quel dirigente prescritto per mazzette

Senza titolo-2

 

Dopo Report dello scorso 17 aprile, torna in auge la vicenda di Pasqualino Rossi, dirigente che il ministro Lorenzin ha incaricato di tutelare la nostra salute alimentare e quella animale a Bruxelles, nella Rappresentanza permanente dell’Italia presso l’Unione europea. Con i colleghi deputati M5s in commissione Sanità, ne abbiamo chiesto l’immediata rimozione interrogando il ministro della Salute. La nomina in questione va censurata e cancellata. Infatti, secondo Alessandra Borella, l’autrice del contestato servizio di Report del 17 aprile, Rossi prese mazzette e regalie per informare un manager dell’iter di approvazione del vaccino antipapilloma presso l’Agenzia europea per i medicinali (Ema). L’informato in questione si chiama Matteo Mantovani. Per l’accusa pubblica, per quanto ha ricostruito Report, «Mantovani curava gli interessi delle case farmaceutiche». «Proprio nel 2008 – ha spiegato nel suo servizio la giornalista Borella – nel comitato di valutazione dell’Ema che ha approvato il vaccino c’era una vecchia conoscenza di Report, il dottor Pasqualino Rossi, (…) che» svelò «informazioni riservate e addirittura la password dei terminali dell’agenzia europea a Matteo Mantovani». Borella ha riassunto che Rossi fu «arrestato nel 2008, dopo essere stato filmato mentre intascava una mazzetta da un altro manager. «Ma – ha raccontato Borella – dopo 7 anni è scattata la prescrizione». Ciononostante, ha proseguito la giornalista di Report, il ministro Lorenzin l’ha inviato in quell’ufficio di rappresentanza, così facendogli compiere «un salto di carriera». Sulla vicenda il Movimento 5stelle aveva già presentato un’altra interrogazione, a prima firma Andrea Vallascas, nostro deputato, chiedendo di cacciare Rossi. Sorda e muta Beatrice Lorenzin, oggi Rossi deve andarsene, perché l’Italia non può essere una barzelletta né la patria dell’immoralità.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>