NESCI (M5S): OPPOSIZIONI SIANO COLLABORATIVE, SI LAVORI IN PARLAMENTO

@9colonne Roma, 12 mag – “I motivi che hanno portato alcuni boss mafiosi a usufruire del differimento della pena oppure delle detenzioni domiciliari sono da ricercare nell’articolato sistema di responsabilità e soprattutto nella gestione dell’assistenza sanitaria dei detenuti. Non possiamo licenziare facilmente queste vicende”. Cosi Dalila NESCI, componente della commissione Antimafia alla Camera del Movimento 5 Stelle, intervistata da 9colonne. “Credo – spiega – che la sfiducia al ministro Bonafede, da parte delle opposizioni, sia altamente strumentale e semplifichi un problema molto complesso di cui il Parlamento, insieme al governo, si deve fare carico”. NESCI auspica che “le opposizioni, all’interno della commissione antimafia dove si stanno facendo approfondimenti e proposte normative, così come durante la conversione in legge del nuovo decreto voluto dal guardasigilli, siano collaborative”. Infatti, secondo la parlamentare grillina “le attività normative dentro il Parlamento e al Governo possono davvero portare ad una maggiore attenzione e verifica delle procedure che portano poi per ragione di salute, anche in questa emergenza sanitaria, alle cosiddette ‘scarcerazioni dei boss’. C’è molto lavoro da fare – conclude – facciamolo in Parlamento”.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>