Parlamentarie 2018

A breve si voterà alle “Parlamentarie” on-line del M5s per scegliere i migliori da mandare in Parlamento.

Tutti noi, iscritti al MoVimento 5 Stelle, saremo chiamati a scegliere la composizione della lista nei collegi plurinominali. In Calabria ce ne saranno due: Calabria SUD e Calabria Nord, per quanto riguarda la Camera dei Deputati e collegio unico per il Senato.

In base alla mia residenza, mi sono messa a disposizione del M5s nel collegio Calabria SUD (Aree di: Catanzaro – Vibo Valentia – Gioia Tauro – Reggio Calabria) per la Camera dei Deputati.

Potranno scegliermi di nuovo, per continuare il lavoro svolto da portavoce in questi anni, chi possiede entrambi i requisiti elencati di seguito:

1) Iscritt@ al MoVimento 5 Stelle (da almeno 6 mesi) e che abbia accettato il nuovo statuto e il nuovo regolamento, accedendo alla piattaforma (qui il link: http://www.movimento5stelle.it/), andando su “modifica profilo”;

2) Iscritt@ al MoVimento 5 Stelle residente nella parte SUD della Calabria. Aree di: Catanzaro – Vibo Valentia – Gioia Tauro – Reggio Calabria.

Purtroppo le nostre regole hanno dovuto tenere conto della pessima legge elettorale fatta dai partiti: “Rosatellum bis”.

giuro è l'ultima

La Calabria è una terra meravigliosa.

Da troppo tempo è svuotata dalla ‘ndrangheta, dai poteri occulti e dai soliti politici, quelli che da decenni mangiano a spese altrui.

Vanno via giovani e intere famiglie. È un’emigrazione che chiude il futuro.

Si parte per lavoro, per interventi chirurgici, per terapie e per non patire guai e sofferenze. Rimanere è un’impresa: costa fatica, sacrificio, mortificazioni e isolamento.

Il punto è uno: chi resta è un eroe oppure cede ai ricatti di ‘ndrangheta e politica che spesso, sono una cosa sola.

Il M5s ha dato un grande potere ai suoi iscritti e come è noto da ogni grande potere derivano grandi responsabilità. Non ci sono vie preferenziali per i portavoce uscenti. Scegliendo le persone da candidare al parlamento, darai tu la direzione da dare al movimento che verrà.

Perché il metodo 5 stelle e dunque le sue idee, camminano sempre sulle gambe delle donne e degli uomini che le dovranno incarnare.

E non è detto che lo faranno: ricordo, che abbiamo avuto ed avremo molti voltagabbana.

Io, non ho mai tradito il progetto di Beppe e Gianroberto.

Il Movimento -a mio avviso- deve necessariamente tenere fede, alla sua anima originaria: rivoluzionaria e anti-sistema, integrandola con le responsabilità proprie di una forza di governo. Con questa intenzione, ho realizzato in tutta Italia un fortunato ciclo di incontri: Parole Guerriere. Seminari Rivoluzionari.

Adesso l’obiettivo del governo a 5 stelle è a portata di mano. Se pensate che il mio lavoro valga, ma soprattutto che debba continuare, allora: non esitare a darmi un voto.

Nel mio mandato parlamentare ho combattuto questo sistema senza paura e senza badare a ragionamenti di convenienza elettorale su ipotetici collegi.

Ho denunciato centinaia di imbrogli spaventosi nella sanità, smascherando la truffa del commissariamento e del piano di rientro. Ho ispezionato personalmente quasi tutti gli ospedali calabresi, annotando ogni volta carenze, disservizi, scandali e abusi di gruppi di potere per cui

Ho chiesto e indicato soluzioni. Ho aiutato operai, dipendenti pubblici, imprenditori onesti, disoccupati, precari, minori, disabili e anziani. Ho difeso i più deboli.

Ho presentato buone proposte di legge. Ne ricordo solo 4:

- una per istituire la commissione parlamentare d’inchiesta sui crimini bancari, oggi operativa;

- un’altra, chiamata “elezioni pulite”, approvata alla camera, contro il voto di scambio e i brogli elettorali;

- una per indagare sulla sicurezza dei punti nascita, visti i bambini e le madri morti di parto;

- una per recuperare le centinaia di milioni di euro che la sanità calabrese deve avere dallo stato.

Inoltre, nell’assenza di nostri consiglieri in regione, ho depositato una proposta di legge di iniziativa popolare:

Con attivisti volenterosi e cittadini abbiamo raccolto più di 5mila firme.  Il testo – volutamente sepolto dal consiglio regionale della Calabria- mira a cancellare sprechi milionari e a favorire l’immediata disponibilità di medici, infermieri e operatori sanitari negli ospedali privi di personale: tutto in linea con la a livello nazionali. Ho lottato per il futuro delle nuove generazioni e per i diritti di tutti i Calabresi: salute, occupazione, stipendi dignitosi, possibilità di sviluppo, trasporti adeguati, giustizia, sicurezza e tutela dell’ambiente e dei beni culturali. Ho battagliato senza risparmiarmi: dall’eliminazione della truffa del debito pubblico alla potabilità dell’acqua; dalle bonifiche di siti inquinati al rispetto delle regole; dalla legalità negli uffici, alle assunzioni necessarie in ambito pubblico; dalla pulizia nei comuni Al contrasto della ‘ndrangheta; dalla libertà d’informazione alla crescita culturale e spirituale.

Ho percorso in Calabria 200 mila chilometri con la mia auto, ho restituito oltre 130mila euro della mia indennità e ho scritto più di 3 mila atti; tra interrogazioni, esposti, emendamenti, diffide e note formali. Ho promosso il territorio ascoltando tutti: titolari di aziende, sindaci, ragazzi, adulti, pensionati e tante donne. Ne ho ricevuto entusiasmo, idee, progetti e sogni, che sento il dovere di contribuire a realizzare.

Ho organizzato centinaia di incontri pubblici ed eventi di piazza su temi importanti.

Ho denunciato i favori della mala-politica ad amici e compari, ho fatto annullare nomine Dirigenziali illegittime, ne ho segnalato una montagna e ho studiato tanto: carte, atti e documenti occultati, che ho divulgato tramite web.

Ci ho messo la faccia, il cuore e la testa. Adesso tocca a voi .

Se mi darete fiducia, potrò proseguire il lavoro svolto.

Perciò, se credi in un’altra Calabria e in un’altra Italia: votami!

L’intento è quello di cambiare l’Italia attuando il nostro Programma Politico di Governo che è unico perché scritto da tutti.

Scarica il libro del mio blog on-line: “Pensieri, parole e fatti di una cittadina in Parlamento” 

Sono 1.500 pagine con tutto il lavoro fatto in Parlamento e sul territorio ⬇️

Schermata 2018-01-02 alle 19.50.39     Schermata 2018-01-02 alle 19.50.52

iscriviti al gruppo

sulla strada

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>