Pd e Pdl votano gli F35 della morte

caccia_aereo_f35

Ieri il Pd e il Pdl hanno votato compatti, alla Camera, l’acquisto degli F35. Questo perché l’Italia, che loro governano, ripudia la guerra. Ma per il presidente Letta e per il sodale Berlusconi la Costituzione è evidentemente interpretabile. Così, a piacimento.

Siamo rimasti noi Cinque Stelle e Sel ad opporci.

Riguardo al progetto in questione, il costo è di 14 miliardi di euro. Noi avevamo chiesto di usare questi soldi per messa in sicurezza degli edifici scolastici, la tutela del territorio nazionale dal rischio idro-geologico e la realizzazione di un piano pluriennale per l’apertura di asili nido.

La maggior parte dell’informazione vorrà raccontare conflitti, bombardamenti e macerie. Perciò non approfondirà la vicenda di ieri alla Camera, durante la quale la nostra Maria Edera Spadoni ha dimostrato che l’aereo F35 non è un velivolo di pace e sicurezza.

Maria Edera ha chiarito che questi cacciabombardieri sono “ai primi posti per quanto riguarda la tecnologia e la possibilità di trasporto di armamenti”, precisando che “l’F-35 modello A include un cannone a cinque canne da 25 mm con 180 colpi, il modello B include lo stesso cannone a 5 canne con 220 colpi”. “Internamente – ha proseguito Maria Edera – saranno inseriti fino a due missili aria-aria e due armi aria-terra; nel modello A verranno inserite fino a due bombe da 910 kg, nel modello B avremo due bombe da 450 kg l’una”.

 

Emerge forte la domanda: come si può chiamare un armamento del genere di difesa?

Nel 2001 gli Stati Uniti e gli alleati attaccarono l’Afghanistan. Allora, alcuni giornalisti chiesero a Donald Henry Rumsfeld, ai tempi segretario alla Difesa Usa, che cosa fosse per lui una vittoria, nella nuova guerra contro il terrorismo internazionale. Egli rispose così: “Considero vittoria se tutto il mondo lascerà noi americani liberi di continuare con il nostro stile di vita”.

Ieri gli amici delle lobby militari hanno tenuto discorsi falsi, nell’aula di Montecitorio. Con il loro voto hanno autorizzato spese esorbitanti. I nostri soldi, di là da ogni vuota retorica, serviranno a procurare la morte a innocenti, a sterminare popolazioni, storie, memorie e il futuro della comunità umana. Tutto seminando disperazione e povertà, spargendo veleni e un odio assurdo, che contrasta con la morale delle grandi occasioni: G8 e vertici europei.

Noi Cinque Stelle andiamo avanti, per la pace e i diritti. Anzitutto il lavoro e la serenità per tutti.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>