RAI: oggi in vigilanza voto risoluzione su strapotere agenti di spettacolo

Il testo rischia di essere bloccato da un atteggiamento, inaccettabile, del sottosegretario Giacomelli, per conto del premier Gentiloni.

Dopo varie discussioni e rinvii, finalmente oggi in Vigilanza Rai voteremo una risoluzione sul conflitto di interesse degli agenti e star tv che, con strapotere mai arginato, negli anni hanno alimentato il sistema di lottizzazione all’interno dei programmi televisivi della Rai. In passato ci eravamo occupati del tema, inserendo specifiche norme nel Contratto di servizio, che Rai e governo ostacolarono (leggi qui http://firmerai.it/).

Adesso spunta il giallo, a distanza di poche ore dal voto; alle ore 14 inizierà la seduta. Il Pd è spaccato, benché il relatore del testo sia il deputato dem Michele Anzaldi, il cui gruppo pare non intenda votarlo a maggioranza. Forse c’è un motivo preciso. Per bocca del sottosegretario allo Sviluppo economico, Antonello Giacomelli, il governo ha detto che non occorre una risoluzione sul tema specifico. Al sottosegretario replico di invertire i ruoli: il parlamento decide, il governo esegue. Ricordo che la Vigilanza Rai ha un compito precipuo: vigilare sul servizio pubblico radiotelevisivo. Perciò non c’è altro tempo da perdere, in proposito. Trovo inaccettabile il comportamento del sottosegretario Giacomelli, che pretende un stop dalla Commissione. Va bene se il governo vuol fare una proposta normativa, ma la Vigilanza non deve fermarsi e attendere i comodi di Giacomelli e Paolo Gentiloni.
L’atto d’indirizzo è davvero necessario, lo dimostra il lavoro trasversale svolto a riguardo dalla Commissione. Si voti oggi il testo in questione.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>