Regione Calabria e lo “smaltimento dei rifiuti in deroga”

Salvini, suo malgrado, ha riportato al centro dell’attenzione mediatica il tema dei rifiuti e del loro smaltimento. E devo dire che sono fuori dal tempo le sue uscite sugli inceneritori in Campania. I nostri territori e la nostra salute hanno già pagato un caro prezzo a causa dell’ignoranza diffusa e di poche lobby fameliche in cerca di profitti, molto spesso di matrice mafiosa. Non soltanto, non se ne dovrebbe parlare affatto di “bruciare i rifiuti”, ma dovremmo già essere impegnati -a tutti i livelli istituzionali e dell’economia- a non produrre più materiali che inquinano e a generare energie rinnovabili.
Dobbiamo gestire in modo intelligente e virtuoso il ciclo dei consumi senza rifiuti: bisogna introdurre al più presto ed in maniera diffusa pratiche di economia circolare a tutti i livelli governativi, da quello centrale a quello delle amministrazioni locali.
Nella Regione Calabria per lo smaltimento dei rifiuti, si continuano ad emanare ordinanze in deroga (sono 11 quelle a firma del Presidente Oliverio), utilizzando discariche a più non posso ed inceneritori. Mancano impianti di trattamento e non appare all’orizzonte, con questa amministrazione regionale, la volontà di avviarne. #ParoleGuerriere

Ph manifestazione contro la Centrale a Carbone di Saline Joniche 29 ottobre 2011 con il Meetup CombAttivi di Reggio Calabria

46333639_1932195350151323_331789208618270720_n

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>