Sanità, bene il blocco di Scura sulle nomine dei direttori. Ma ora si passi ai commissari

nesci

 

È di certo una buona notizia il blocco delle nomine dei direttori sanitari e amministrativi e l’invito ai dirigenti, da parte del commissario alla sanità calabrese, Massimo Scura, alla revoca di quelle già fatte.

 

di Dalila NESCI

 

Il Movimento cinque stelle è stata l’unica forza politica che, pur non presente in consiglio regionale, ha contestato tali nomine ogni giorno, anche con interrogazioni al governo ed esposti alla procura, specie sull’anomalia del pensionato Giulio Carpentieri.

Pertanto riteniamo d’aver avuto un ruolo propulsivo in questa positiva determinazione del commissario Scura, che invitiamo ad avere altrettanto rigore per le nomine dei commissari delle aziende sanitarie cui l’incarico era per legge inconferibile.

Non vi sono dubbi, stando a precisi chiarimenti nell’ambito del Tavolo Massicci, che il commissario alla sanità debba recepire con atto proprio anche le nomine dei commissari aziendali effettuate dalla giunta regionale.

Per questo motivo posto che, in relazione ai commissari aziendali, finora la giunta regionale della Calabria non ha voluto, nonostante i nostri rilievi formali, ritirare le nomine per legge inconferibili, ancora una volta chiedo al commissario Scura di procedere subito con proprio atto, nel rispetto della legge.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>