Sanità Calabria, continua il “mistero” sui 10 milioni dati alle cliniche private

Fatarella

 

Ancora giallo nella sanità calabrese. Desta enorme sospetto il continuo rinvio dell’accesso agli atti del decreto che riassegna ‪10 milioni di euro pubblici alle cliniche private.

 

di Dalila NESCI

 

Per lettera ho sollecitato il dg del dipartimento regionale Tutela della Salute, Riccardo ‪‎Fatarella, a consegnarmi copia degli atti d’istruttoria del provvedimento, col quale i commissari Massimo Scura e Andrea Urbani hanno riassegnato i budget privati per il 2015. Questo venerdì andremo a ‪‎ritirarli, vedremo se ce li daranno o meno.

Nella missiva, per conoscenza indirizzata anche ad Antonio Viscomi, vicepresidente della Regione Calabria, ho ricordato che dalla mia richiesta originaria sono trascorsi inutilmente i ‎30 giorni previsti dalla disciplina ordinaria sull’accesso, che comunque non riguarda gli atti per l’esercizio del ‪‎sindacato ispettivo parlamentare.

Ricordo che il governatore Oliverio definì ‪clientelare il provvedimento, firmato, tra gli altri, proprio dal dirigente generale del dipartimento per la tutela della salute. Lo stesso Fatarella non ha finora evaso la mia richiesta di conoscere quegli atti d’istruttoria, che devono contenere i ‪‎criteri seguiti dai commissari Scura e Urbani per la distribuzione delle risorse.

Comincio a pensare che tali criteri non esistano oppure si trovino nell’‪Iperuranio.

Battute a parte, questa storia getta un’‪‎ombra pesante sulla trasparenza nelle procedure, che spero il governo regionale voglia levare con scelte risolute e rapide

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>