Sanità, ecco la mia nuova battaglia per le assunzioni

dalila

 

Per le assunzioni negli ospedali necessarie nelle regioni in rientro sanitario, ho presentato emendamenti al nuovo decreto legge sugli enti territoriali.

 

di Dalila NESCI

 

In sede di conversione del decreto legge n. 78/2015 ho proposto emendamenti specifici per superare il blocco del turn over del personale sanitario nelle regioni sottoposte a piano di rientro.

Pareggio di bilancio e questioni di conti non possono impedire o condizionare le nuove assunzioni nell’emergenza e urgenza. Soprattutto in Calabria, commissariata per il piano di rientro, gli ospedali sono al collasso perché il personale non è stato rimpiazzato e la recente crescita del disavanzo ostacola in modo decisivo la sostituzione del personale in pensione. Di più, assistiamo a un continuo rimpallo tra gestione commissariale, Regione e aziende sanitarie, perché la verità è che sulle nuove assunzioni è stato gettato soltanto fumo negli occhi.

Per risolvere concretamente il problema e per affermare il principio dell’assoluta priorità del diritto alla salute sugli obiettivi di finanza pubblica, ho scritto delle norme che, se approvate dai colleghi, sanciranno l’obbligo giuridico di assumere, garantendo tutti i servizi sanitari fondamentali.

A questo punto la palla passa ai colleghi delle altre forze politiche. Decidano in coscienza se stare dalla parte degli ammalati o dalla parte dei grandi gruppi bancari, artefici della grande truffa del debito pubblico da cui derivano i tagli micidiali.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>