Sintesi con VIDEO del secondo VIRACCONTO a Tropea

«Sto ultimando un’interrogazione sulla Tares, con l’obiettivo di porre il caso politico della Calabria. Chiederò al prossimo governo di rispondere dell’assurdo aumento della tassa sui rifiuti, visto che l’emergenza in regione, costata oltre un miliardo di euro, non ha risolto proprio nulla». L’ho affermato sabato scorso (28 settembre 2013, nda) a Tropea, alla biblioteca comunale “Albino Lorenzo”, durante il racconto pubblico dell’attività alla Camera, dove ho parlato del mio impegno per i lavoratori marittimi italiani e gli operai dell’ex Italcementi di Vibo Valentia.

Di seguito, posto il video del servizio del tg Rai della Calabria.

All’iniziativa ho anche esposto le proposte di legge avanzate con il gruppo M5S (reddito minimo garantito, abolizione dell’Imu sulla prima casa e impignorabilità dell’immobile, eliminazione delle province, sblocco delle assunzioni nella pubblica amministrazione, risoluzione del conflitto di interessi) e dei miei atti di sindacato ispettivo (tra gli altri l’interrogazione-dossier sui rifiuti in Calabria – con la richiesta al governo di sapere la destinazione dei fondi già spesi – e l’interrogazione sui crimini bancari, con la richiesta di bloccare le banche condannate per usura e disporre l’immediato risarcimento delle vittime).

Ho detto, quindi, degli interventi «presso il ministero dell’Interno per la sicurezza della provincia di Vibo Valentia, in cui la criminalità organizzata e le lobby di potere costituiscono un ostacolo enorme per lo sviluppo».

Poi ho riferito poi riferito dell’interrogazione sulla sanità regionale – presentata con i deputati Cinque Stelle della Calabria – a partire dal caso del paziente deceduto dopo una trasfusione di sangue a Cosenza, con la richiesta al governo di revocare al governatore Giuseppe Scopelliti l’incarico di commissario per il Rientro. Ha aggiunto che «la bocciatura del Piano di rientro è un’opportunità perché i calabresi propongano, uniti, una nuova mappa della sanità regionale».

Le difficoltà del lavoro, i problemi dei trasporti, la necessità di uno stretto confronto fra politica, parti sociali e associazioni, i problemi dell’edilizia scolastica, l’importanza della partecipazione e di ricuperare il senso di comunità sono stati gli altri argomenti, affrontati insieme a un pubblico partecipe e propositivo.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>