Sospeso nuovo sindaco di Villa S. Giovanni. D’ascola ne risponda ai cittadini

Il candidato Siclari aveva problemi giudiziari. Per legge, il prefetti di Reggio Calabria l’ha sospeso, eletto eletto alla guida del Comune. Ecco i danni dei partiti.

 

Nemmeno il tempo della proclamazione e il nuovo sindaco di Villa San Giovanni, Giovanni Siclari, è già sospeso per questioni giudiziarie, di cui era evidentemente a conoscenza. Lo affermo con la consigliera comunale di Villa San Giovanni Milena Gioè, del Movimento 5stelle. Nello specifico il prefetto di Reggio Calabria, Michele Di Bari, ha applicato subito la legge, ma c’è da chiedersi se gli sponsor politici di Siclari, intanto il senatore Nico d’Ascola, che presiede la commissione Giustizia, potessero risparmiare ai cittadini di Villa San Giovanni e alla democrazia questo ennesimo affronto, che conferma quanto i partiti, alle ultime amministrative camuffati dietro a liste civiche, abbiamo illuso gli elettori, senza rispettare le comunità. Naturalmente casi del genere resteranno fuori di ogni riflessione sulla necessità che la politica difenda le istituzioni e che i partiti prevengano per tempo problemi e difficoltà delle pubbliche amministrazioni. Ciò che conta è vincere, per cui i partiti si preoccupano soltanto dei numeri, di là dalla tenuta dei governi locali. Adesso il Comune di Villa San Giovanni dovrebbe avere una gestione provvisoria che si annuncia problematica. Sarebbe una conseguenza simile a un commissariamento, che in Calabria è diventato la regola per via dell’ostinata irresponsabilità delle segreterie e dei big di partito, ai quali non interessa il bene comune.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>