Stop al Marrelli, l’ultimo atto della guerra. M5S ha spappolato il sistema degli Scopelliti’s

Giunta-Regione-Calabria

 

Ad uno ad uno. Come pere. I big della squadra di Scopelliti stanno cadendo sotto i colpi del Movimento Cinque Stelle. Grazie alle nostre denunce e alle nostre battaglie. Ed ora anche il Marrelli Hospital, per il quale abbiamo condotto una vera e propria guerra contro un conflitto d’interessi, quello di Antonella Stasi, a dir poco indecente, ora è bloccato.

 

di Dalila NESCI

 

Possiamo dirlo: non abbiamo vinto semplicemente una battaglia, ma l’intera guerra contro le porcherie degli Scopelliti’s che per anni, grazie ad un centrosinistra connivente e colluso, hanno potuto fare letteralmente quello che volevano.

Ti serve un posto nella sanità, nonostante i conti siano in rosso e gli ospedali cadono a terra? Bene, niente problema: ti sistemo io! Vuoi una consulenza? No problem, c’è posto anche per te. Come dici? Non hai le competenze e il curriculum per fare il dirigente? Ma chi se ne frega: ti ci nomino lo stesso! Perché qui comando io!

Ecco, per anni, così è stato in Calabria: un feudo in mano ai più forti. E i più deboli, i calabresi, abbandonati al loro destino. Poi, però, è arrivato il Movimento Cinque Stelle. E mentre gli altri – tutti, indistintamente – ci attaccavano perché, dicevano, eravamo noi i cattivi, i disturbatori, quelli che volevano far crollare tutto, abbiamo cominciato a scoperchiare lo schifo (perché di questo si tratta!) che, accumulatosi per anni, ha portato alla Calabria che conosciamo oggi.

Qualcuno potrebbe dire: sono solo parole. E invece no. Eccoli, i fatti. Cominciamo dall’ultimo risultato: la revoca, da parte del Comune di Crotone, del permesso a costruire rilasciato nello scorso febbraio al Marrelli Hospital, di proprietà del marito di Antonella Stasi, presidente della Regione Calabria. È un dato di fatto: la revoca arriva dopo che il Movimento ha condotto a riguardo una battaglia incredibile, con un’interrogazione parlamentare e un question time su una norma contenuta nel decreto Madia che siamo riusciti – noi! – a far abolire.

Ma questo è solo l’ultimo atto di una serie di battaglie che abbiamo condotto. Ricordo che è in piedi un’inchiesta sulle nomine illegittime della giunta Stasi in ambito sanitario che sta terrorizzando tutti i loschi figuri coinvolti. Ebbene, l’inchiesta nasce da un esposto alla Procura (a cui si aggiunge anche un altro alla Corte dei Conti) che ho presentato io.

E che dire, ancora, della gestione dei fondi europei? Il caro Mancini junior è con le spalle al muro dopo le battaglie condotte sia in Parlamento sia a Bruxelles dall’ottima Laura Ferrara.

E che cosa, ancora, sui dirigenti strapagati dalle giunte Loiero e Scopelliti? Una montagna di soldi pubblici versati a persone nominate senza avere i benchè minimi requisiti! Un usus indegno, andato avanti per anni. Finché non siamo arrivati noi, che abbiamo denunciato tutto, in sede parlamentare e anche giudiziario.

E sono solo alcuni dei tanti esempi che potremmo fare. Esempi che dimostrano che, se non fosse intervenuto il Movimento Cinque Stelle, destra e sinistra avrebbero continuato a fare i loro porci comodi, tra un selfie e l’altro della lampadata Wanda Ferro e Jole Santelli, e lo pseudo-rinnovamento di cui continuano a blaterare Mario Oliverio e Ernestino Magorno.

La realtà è che ora tremano tutti. Prima dell’avvento di noi grillini, la gestione della cosa pubblica in Calabria procedeva con favori ad amici e compari; soprattutto, come dimostrano inchieste e cronache, per la scelta dei dirigenti regionali e l’avvio e accreditamento di cliniche private. Da quando siamo entrati in Parlamento, le porcherie dei potenti sono state svelate e sono arrivati i provvedimenti della magistratura e della burocrazia locale.

Nessuno può essere favorito per il ruolo di potere che occupa. Le regole sono uguali per tutti. Mi auguro, ora, che l’epilogo del Marrelli Hospital serva a riconsiderare con attenzione la vicenda della Fondazione Tommaso Campanella, che prova il fallimento della politica calabrese.

3 commenti

  1. Egr. D.ssa Nesci,
    La presente per significarle che avendo letto il suo ultimo articolo sui social (off course), ci tengo a sottolineare alcune inesattezze dovuto in parte alla cronica ignoranza, giustificata solo in parte alla sua disconoscenza di tutta una serie di fatti di vita reale che su faceebok non vengono passate e quindi per lei rimarranno sconosciute, probabilmente a vita, ma aimè per la maggiorparte dovuta al fatto che essendo lei una baciata dal “signore” (leggi porcellum), non ha nessun interesse per qualsivoglia argomento utile ai suoi concittadini, ma avendo provato l’ebrezza di Roma, cerca di stare sul pezzo il più a lungo possibile, perchè diciamola tutto quello che le è capitato è andato ben oltre le piú rosee aspettative, ovviamente rappresentando io invece l’altra sponda (leggi chi deve fatigare per vivere) non riesco a tollerare che una blogger, baciata dal signore ma sempre blogger, possa disquisire su cose importanti come il Marrelli Hospital manco fossi un deputato della repubblica…tanto lo sai che quando ci sarà da raccogliere delle preferenze il modello Reggio ti si presenterà nuovamente in faccia anche se a qual punto lei farà già parte del gruppo misto…
    Purtroppo per voialtri (altra sponda intendo) la politica del “mi piace” non è mai partita…per noialtri la politica degli avvoltoi non è mai finita

  2. Saverio Marafioti

    Questo post è un palese atto di ” Sciacallaggio Politico ” in danno del diritto alla salute dei cittadini crotonesi ammalati oncologici,la cosa più aberrante è che lei Confusa ed Ignorante parla di cose che non conosce !! On. Nesci non le augurerei mai di dover ricorrere a cure per una diagnosi di cancro,ma in quel caso potrebbe fare esperienza diretta sulla sua pelle di cosa significa ammalarsi e doversi curare lungo un autentico calvario di sofferenza! Saverio Marafioti

  3. Ciao Dalila
    Sai molte volte la gente guarda solo fino alla punta del loro naso e non va oltre o per paura o perché vivono nell`ignoranza o anche perché non sono consapevoli di ciò che accade realmente.
    Io con questo messaggio voglio dire a te e al M5S che fate davvero il massimo per noi cittadini per tenerci informati e che fate davvero un ottimo lavoro.
    Anche se mi trovo in Austria mi tengo sempre aggiornato su quello che succede tramite il vostro sito.
    Grazie ancora a te e al M5S.
    Cordiali Saluti
    Antonio
    Forza Movimento 5 Stelle

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>