Tag Archives: Interno

Il sindaco di Amantea è ineleggibile. Si torni al voto!

230346_104074759680873_5626554_n

  Su impulso del Meet Up di Amantea (Cosenza), ho scritto e presentato un’interrogazione rivolta al ministro dell’Interno, riguardo all’ineleggibilità del nuovo sindaco, Monica Sabatino.   di Dalila NESCI   Il discorso è semplice:  per legge non può essere eletto sindaco chi sia parente o affine, sino al secondo grado, del segretario generale dello stesso Comune. Dal 1992, il padre ...

Leggi il resto

#NOCARIDINELLANTIMAFIA

Caridi4

Ieri sera alla Camera ho detto dell’assoluta inopportunità che il senatore Antonio Caridi – indicato da Renato Schifani, capogruppo del Pdl al Senato – entri nella commissione parlamentare Antimafia. Ho ricordato che un’indagine in Liguria sul boss di ‘ndrangheta Carmelo Gullace ha consentito alla Dia di Genova di documentare il sostegno elettorale di esponenti della cosca – anche con palesi intimidazioni ...

Leggi il resto

No ‘ndrangheta: il discorso di Nino De Masi alla catena umana

De Masi catena umana

Ieri, 3 maggio (2013), sono andata a Gioia Tauro per partecipare alla catena umana in favore dell’imprenditore Antonino De Masi (in foto a destra, nda), organizzata da Libera e Osservatorio sulla ‘ndrangheta. De Masi è stato attaccato terribilmente dai poteri criminali e da una criminalità più subdola, silenziosa e micidiale, quella dell’usura bancaria. Come deputato, sto lavorando perché gli imprenditori ...

Leggi il resto

Tutti da De Masi per dire no a ‘ndrangheta e usura bancaria

Global Repair

Per gli attivisti interessati a partecipare, l’appuntamento è alle ore 15,30 del 3 maggio, presso la De Masi Costruzioni, I Zona industriale, Porto di Gioia Tauro. Io ci sarò. Sotto al post il link alla mappa del punto di ritrovo. Iniziativa molto importante, per mostrare che la società civile non tollera gli attacchi al lavoro e li combatte. Mi riferisco ...

Leggi il resto

‘Ndrangheta: interrogazione M5S su Kalashnikov contro azienda De Masi

Antonino_De_Masi_foto_10

Stamani ho depositato un’interrogazione parlamentare sul grave atto intimidatorio dello scorso 13 aprile ai danni dell’imprenditore calabrese Antonino De Masi (in foto, nda), la cui sede aziendale è stata colpita da 44 proiettili di mitragliatore Kalashnikov AK-47. Nell’atto ispettivo, indirizzato al presidente del Consiglio e ai ministri dell’Interno e dello Sviluppo Economico, chiedo «di sapere quali siano, benché al momento ...

Leggi il resto