Tag Archives: legge elettorale

Subito nuove elezioni regionali in Calabria: mia interrogazione al governo

oliverio

  Oggi ho presentato un’interrogazione rivolta a Renzi e Alfano sul possibile ritorno alle urne in Calabria dopo la recente sentenza della Corte costituzionale   di Dalila NESCI

Leggi il resto

Legge elettorale: vittoria M5S. Ora tocca ai cittadini

elezioni calabria

  Ieri il consiglio regionale alla fine ha dovuto cedere, soprattutto grazie al lavoro del M5S, e ha modificato una legge elettorale che sarebbe stata indecente e incostituzionale. Questo il commento dei parlamentari M5S Dalila Nesci, Nicola Morra e Paolo Parentela.  Sarebbe stato l’ennesimo scacco alla democrazia, alla ragionevolezza, l’ennesimo atto indegno, nei confronti dei calabresi, di una giunta ormai ...

Leggi il resto

Calabria, legge elettorale: lettera aperta al Consiglio regionale

Talarico

(in foto Francesco Talarico, presidente del Consiglio regionale della Calabria, nda) Lettera APERTA Signor presidente del Consiglio regionale della Calabria, signori consiglieri, il dipartimento governativo degli Affari regionali vi ha invitato a rivedere la legge elettorale approvata lo scorso 3 giugno. Riguardo a questa legge, voi non avete mai risposto ai nostri ripetuti appelli al buon senso, alla condivisione, al ...

Leggi il resto

Lettera a Renzi e Alfano: “Stop a queste primarie calabresi”

renzi-alfano

  Con una lettera istituzionale, a proposito delle primarie per la scelta del candidato governatore in Calabria e della legge elettorale della Regione, i parlamentari M5S Dalila Nesci, Nicola Morra, Paolo Parentela e Federica Dieni hanno chiesto l’immediato intervento del presidente del Consiglio Matteo Renzi e del ministro dell’Interno Angelino Alfano. Nella missiva, i quattro parlamentari hanno sintetizzato che in ...

Leggi il resto

Calabria, M5S: “Ecco due proposte per le elezioni regionali”

amministrative

  «È irresponsabile insistere sulle primarie pagate dalla Regione, che costerebbero intorno a 2,5 milioni di euro. La Calabria è a un passo dal baratro, poiché rischia il dissesto per grossi guai di bilancio». Lo dichiarano i parlamentari M5S Dalila Nesci, Nicola Morra, Paolo Parentela e Federica Dieni, che aggiungono: «Tra poco potremo perdere i servizi essenziali. Già adesso non ...

Leggi il resto

Sprechi milionari della regione Calabria. Ora tutti a casa!

soldi-sprechi

  «I risultati dell’ispezione della Ragioneria dello Stato negli uffici di giunta e consiglio regionale dicono che centrodestra e centrosinistra non possono più governare la Calabria». Lo dichiarano i parlamentari M5S Dalila Nesci, Nicola Morra, Paolo Parentela e Federica Dieni, che aggiungono: «Mentre in Calabria vengono tagliati ospedali, servizi sanitari e treni dei pendolari, emergono sperperi stratosferici nell’amministrazione regionale, perfino ...

Leggi il resto

Legge regionale, Calabria fuori dell’Italia

stasi1

  «La Calabria è fuori dell’Italia, poiché le regole per il rinnovo degli organi elettivi della Regione sono state scritte o ratificate fuori della democrazia da chi dovrebbe soltanto gestire l’ordinario, tra l’altro con dubbia legittimazione». Lo dichiarano in una nota i parlamentari M5S Dalila Nesci, Nicola Morra, Paolo Parentela e Federica Dieni, che aggiungono: «Le primarie per il candidato ...

Leggi il resto

Calabria: allarme ‘ndrangheta, elezioni farsa

trematerra

  «Michele Trematerra, assessore all’agricoltura della Regione Calabria, è indagato per concorso esterno in associazione mafiosa. Avrebbe favorito una cosca per spalare la neve, disboscare e vendere legname. È il quarto politico della maggioranza regionale che la giustizia collega alla ‘ndrangheta, dopo Zappalà, Morelli e Rappoccio. Ricordiamo anche la finta antimafia della sindachessa Carolina Girasole, già nel Pd». Lo dicono ...

Leggi il resto

A Rainews24: Renzi una marionetta

Dalila-Renzi

Ieri, 3 dicembre, sono stata ospite di Al Transatlantico, su Rainews24. In qualità di membro della XIV Commissione della Camera (Politiche dell’Unione Europea), ho denunciato i parametri stringenti imposti dalle tecnocrazie per la permanenza dell’Italia in Europa: patto di stabilità e pareggio di bilancio in Costituzione.

Leggi il resto