Tappa del tour-sanità a Vibo: Urbani chiarisca sul numero di posti letto

Nesci allo Jazzolino

 

Stamattina sono stata all’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia, altra tappa del mio tour per la sanità calabrese. I problemi che ho riscontrato sono tanti, specie in merito alla diminuzione dei posti letto. Il subcommissario Andrea Urbani, braccio destro della Lorenzin, deve dare risposte sulla nuova rete assistenziale.

 

di Dalila NESCI

Il subcommissario Andrea Urbani chiarisca presto quanti posti letto avrà il nuovo ospedale di Vibo Valentia, il cui appalto è già avviato con la gestione di servizi non sanitari affidata al costruttore. Questa è stata la mia richiesta, espressa oggi, al termine della visita all’Ospedale Jazzolino di Vibo Valentia, altra tappa del mio tour per la sanità calabrese, dopo quelle di San Giovanni in Fiore, Gioia Tauro e Reggio Calabria.

Non si può infatti che essere preoccupati per la diminuzione dei posti letto a Vibo Valentia che sarebbe contenuta nella nuova rete assistenziale, tutta in mano a Urbani. Se così fosse, infatti, Urbani rischierebbe di fermare la realizzazione del nuovo ospedale vibonese, nonostante l’imminente inizio dei lavori. Questo è un nodo che va sciolto subito, perché potrebbe innescare forti conflittualità tra il subcommissario e la Regione Calabria.

Non ci vuole un mago per capire che con meno posti letto il costruttore potrebbe tornare indietro per questioni di convenienza economica. Esigiamo, dunque, risposte da chi, in prima persona, è responsabile della nuova rete assistenziale.

A Vibo Valentia c’è bisogno di risposte certe per il futuro e di valorizzare ciò che funziona bene, per esempio l’Utic (Unità di Terapia Intensiva Cardiologica) e la Neurologia. Occorre, inoltre, aumentare il personale medico e infermieristico, perché spesso i livelli essenziali di assistenza non possono essere garantiti.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>