TRIBUNALE DI VIBO VALENTIA, LA MIA BATTAGLIA PER MAGISTRATI E TIROCINANTI

Per un migliore funzionamento del Tribunale di Vibo Valentia, ho scritto al presidente in carica, Nicola Alberto Filardo, inserendo in copia il vicepresidente del Csm, il ministro della Giustizia, la Corte d’Appello di Catanzaro, il prefetto vibonese e il governatore della Regione Calabria. Due gli argomenti affrontati: la carenza di magistrati presso lo stesso Tribunale e l’odissea dei 29 tirocinanti della Giustizia lì assegnati dalla Regione Calabria a seguito di un bando pubblico ma non ancora entrati in servizio. Al presidente Filardo Nesci mi sono rivolta «affinché l’organico, per quanto concerne i magistrati necessari al Tribunale di Vibo Valentia, sia al più presto al completo e affinché i tirocinanti in parola, malgrado i lavori correnti che interessano alcune sedi del predetto Tribunale, possano riprendere a breve i rispettivi compiti di utilità pubblica, senza ulteriori rinvii che peserebbero oltremodo sulle loro condizioni economiche». Nella mia lettera horicordato che «è essenziale, soprattutto per l’area vibonese, segnata da una pervasività dell’organizzazione criminale e da un risaputo radicamento di poteri similari, che gli Uffici giudiziari abbiano la giusta dotazione di organico»; argomento cui mi sono dedicata con costanza nell’esercizio del mio mandato di rappresentanza.

 

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>