Vibo, danno erariale da 7 milioni. Ora paghino gli orsi della politica

 

 

de nisi

 

Continuiamo a cadere nell’assurdo. Oggi tocca alla provincia di Vibo Valentia: amministratori e tecnici sono stati citati in giudizio dalla Corte dei Conti per danno erariale da 7 milioni. È la riprova di una classe politica fallimentare, che sta dissanguando i vibonesi.

 

di Dalila NESCI

 

Oltre sette milioni. Un danno erariale per la provincia di Vibo spaventoso, per colpa dell’incompetenza di una classe politica che non ha mai compiuto un’opera stradale fondamentale come la Tangenziale Est, per cui già sono in corso indagini da parte della magistratura penale ed ora anche di quella contabile.

Il fatto che sia addirittura stato definito ‘doloso’ il comportamento degli amministratori, tra cui gli ex presidenti di provincia Francesco De Nisi e Ottavio Bruni, oggi consigliere regionale Udc, lascia presagire le gravi responsabilità per uno spaventoso sperpero di denaro, che poteva essere investito per risolvere molti gravi problemi di viabilità dell’intera provincia.

Siamo davvero all’inverosimile. I vibonesi pagano profumatamente per servizi, opere e beni che non hanno mai avuto. È necessaria una dirigenza politica nuova, seria, capace di entrare direttamente nei drammi e nei problemi di questa provincia. Ecco perché è arrivato il momento di voltare pagina. Tutti insieme.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>