Video promo “Parole Guerriere. Seminari rivoluzionari di Filosofia”

 

«Parole guerriere. Seminari rivoluzionari» è un ciclo di incontri sull’importanza di un pensiero politico profondo e travolgente. Ho promosso l’iniziativa, che prende spunto da un celebre intervento di Beppe Grillo – del 2013 – in cui diceva: «Parole che erano state abbandonate da tempo, di cui si era perso il significato, sono diventate delle armi potenti». La parola, dunque, come filo conduttore di 3 appuntamenti fra luglio e settembre prossimi, con interventi di filosofi importanti. Partiremo il 13 luglio trattando del potere delle idee, che possono determinare scelte decisive. A settembre discuteremo della funzione dell’intellettuale nella dialettica politica. Dopo approfondiremo la questione morale nella società della trasparenza.  L’obiettivo è fornire ai partecipanti una spinta intellettuale, ma anche visionaria, per sostenere il cambiamento culturale e politico che il Movimento sta contribuendo ad alimentare nel Paese. Nostri parlamentari parleranno del loro mandato, svolto in linea con le idee e i valori del Movimento.  La convinzione è che i tre seminari possano nutrire lo spirito. Infatti, con i filosofi invitati ci soffermeremo sui processi storici dei grandi temi della politica. Viviamo ancora in un’epoca di omologazione delle idee e di debolezza del discorso politico. M5s è rimasta la voce antisistema, il megafono dei cittadini. Perciò «Parole guerriere. Seminari rivoluzionari» è un’occasione, guardando alle sfide future, per stimolare l’esercizio della critica politica al fine di agevolare le trasformazioni culturali e sociali necessarie all’Italia. L’ispirazione 5stelle può aggregare tante altre persone con sensibilità e formazioni differenti, sul principio della democrazia diretta. In sintesi, per sconfiggere tutta una casta responsabile dell’immobilismo del Paese, bisogna insistere sul ruolo delle idee dirompenti.

3 commenti

  1. Finalmente!!! Nnotizie così fanno bene al cuore. Conosco il professor Marco Guzzi, persona di grande cultura che sa communicare ed entusiasmare per la profondità delle cose che dice e per la passione e la sincerità con cui le dice. Ma, soprattutto, e cioè è cosa rarissima soprattutto in Italia, assolutamente indifferente a interessi di potere e cha ha svolto il suo lavoro fino ad ora con molto rigore e coerenza. Benissimo allora che il 5S (per il quale nutro un amore spesso dubbioso) promuova finalmente un dibattito che permetta di uscire dalla fogna stantia e provincialissima della politica all’italiana. Bravi e complimenti

  2. Ignazio Gregorini

    Bravi, ci si muove nel senso giusto con uno straordinario filosofo-poeta contemporaneo. Spero riuscirete a rendere le conferenze fruibili a tutti attraverso il web. Magari su You Tube. Aspetto con vero interesse

  3. Roberto Basile

    Benissimo, ma volendo partecipare come si fa?
    Basta forse arrivare alle 17 alla Sala Tatarella, senza avere il proprio nominativo in un elenco per i passi?

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>