Vigilanza Rai, M5S: “La Commissione si decide davanti all’amatriciana?”

 Camera 5Stelle

Per la stampa degli ultimi giorni, Luigi Gubitosi, direttore generale Rai, avrebbe pranzato con Paolo Romani e Maurizio Gasparri, deputati Pdl che entreranno nella commissione di Vigilanza del servizio pubblico.

“Considerato che, a più di due mesi dall’inizio della Legislatura, questa è una di quelle Commissioni non ancora costituite – abbiamo dichiarato Roberto Fico, Mirella Liuzzi e me, che dovremmo avere lo stesso incarico parlamentare – ci chiediamo chi ha stabilito che la sua istituzione debba essere discussa a tavola tra il direttore generale dalla Rai e due esponenti del partito di Silvio Berlusconi, già indicati come suoi futuri componenti”.

Nella paralisi in cui versa il Paese, con dibattiti quotidiani sulla data delle prossime elezioni e non sull’agenda politica nazionale, a che scopo s’intendono piazzare le bandierine dei partiti sulle aziende pubbliche, come se questa fosse una partita di Risiko?

Una risposta, almeno fino alla prossima primavera, potrebbe essere la volontà trasversale, da parte di ogni raggruppamento, di continuare a far credere all’Italia che il Movimento 5 Stelle – in realtà – non esista e che i cittadini mandati in Parlamento dal popolo siano già stati fagocitati dal sistema del “Bisogna che tutto cambi perché tutto rimanga com’è”.

Nei classici della letteratura così come nei “classici” giochi della politica. Magari, davanti a un bel piatto di bucatini all’amatriciana.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>