Vogliamo trasparenza! La Regione pubblichi i compensi di Scura e Urbani e i dati del deficit sanitario

scura urbani

 

Trasparenza nella sanità calabrese. Visto il grave silenzio dei dipartimenti regionali Bilancio e Personale, stamani ho scritto al vicepresidente Antonio Viscomi.

 

di Dalila NESCI

 

Il Movimento cinque stelle vuole che i compensi dei commissari governativi alla sanità siano pubblicati sul sito della Regione Calabria. Chiediamo, inoltre, che sia pubblicato sullo stesso sito anche l’ammontare del deficit sanitario, per ogni singolo anno. Dal 2010 è iniziato il Piano di rientro e il dato non è ancora pubblico. Così, ad oggi non sappiamo nulla del bilancio sanitario, nonostante i gravissimi tagli e le tante speculazioni.

Gli ignoti compensi dei commissari alla sanità Massimo Scura e Andrea Urbani devono essere pubblicati sul sito della Regione Calabria, come ho chiesto da tre mesi ai dirigenti generali dei dipartimenti Bilancio e Personale, che non mi hanno mai risposto. Ai sensi di legge, la Regione Abruzzo pubblicò quelli dei suoi commissari alla sanità.

Per lettera ho dunque interessato della questione il vicepresidente della Regione Calabria, Antonio Viscomi, nella sua qualità di assessore regionale al Bilancio.

Nella missiva ho scritto: “Sul sito del sito della Regione Calabria ad oggi non si leggono i compensi dei riferiti commissari, pagati dai contribuenti calabresi. Non comprendo le ragioni dell’indifferenza dei due dirigenti rispetto alla mia remota richiesta e non vedo motivo per cui possa esservi segreto, ritardo o fastidio in ordine alla pubblicazione dei predetti emolumenti”.

“Ancora, Le chiedo – ho proseguito nella lettera al vicepresidente Viscomi – di voler promuovere la pubblicazione, sul sito della Regione Calabria, dei dati sull’andamento del disavanzo sanitario regionale. È giusto che i calabresi sappiano l’esatto ammontare del disavanzo anno per anno, anche per esercitare un legittimo controllo sull’operato dei commissari del governo. Dal 2010, cioè dal commissariamento nella sanità, i calabresi sono sottoposti a grandi sacrifici per i tagli continui. Pertanto è doveroso che conoscano l’effettivo avanzamento del Piano di rientro dal deficit, così come ho proposto”.

Fai un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>